UN INUTILE DELITTO recensito su “Cronache Letterarie”

Scrive Roberto Cocchis: La forma narrativa permette a Jill Dawson anche di dare maggiore spazio all’interiorità dei personaggi, di renderli con uno spessore maggiore di quello che permetterebbe la semplice interpretazione di verbali e resoconti. Questo è tanto più importante per le vittime, che non hanno più la possibilità di esprimere niente, e mai come in questo caso si può dire che l’operazione sia riuscita perfettamente.

Leggi l’articolo completo >

Condividi