Rassegna Stampa

21/08/2018

Figlio unico recensito su “Soft Revolution”

Figlio unico recensito su "Soft Revolution". «Prima di Mei Fong nessun altro aveva mai investigato tanto a fondo cosa questa politica familiare avesse concretamente significato per la società cinese e, su larga scala, per quella mondiale.» Così Martina Ioratti nella sua densa recensione.
21/08/2018

‘Fumo negli occhi’ e ‘Saigon, Illinois’ recensiti da Gian Paolo Serino su “La Provincia di Como”

Fumo negli occhi e altre avventure dal crematorio e Saigon, Illinois recensiti da Gian Paolo Serino su “La Provincia di Como”, “La Provincia di Sondrio” e “La Provincia di Lecco”. Serino rimarca l’assenza di funereità nel memoir di Caitlin Doughty: «Nessuno si spaventi, anzi: la Doughty ha una scrittura venata di grandiosa ironia che scoperchia le bare, è il caso di dirlo, di quella che negli Stati Uniti è diventato un business: l’industria funeraria è sempre più in attivo e in queste pagine, molte divertentissime, leggiamo di tutto». Il critico letterario e americanista elogia inoltre il recupero di Saigon, Illinois di Paul Hoover, «uno tra i maggiori poeti americani contemporanei», libro dai livelli altissimi di scrittura, dove si racconta “il Vietnam al contrario”.
21/08/2018

‘ESTASI. Istruzioni per l’uso’ di Jules Evans recensito da Stefania Vitulli su “Il Foglio”

'ESTASI. Istruzioni per l'uso' recensito su "Il Foglio". Molto oltre la recensione, quella di Stefania Vitulli è un minisaggio sul saggio di Jules Evans. Un'analisi attenta, ricca, colta, divertita e divertente che non può che riportare verso le pagine del libro.
27/08/2018

‘Saigon, Illinois’ recensito su “Domenica” de IL SOLE 24 ORE dallo scrittore Vittorio Giacopini

Saigon, Illinois è un (gran) libro di guerra, senza la guerra. «Hoover racconta l’America – e la sua guerra – in contrappunto, guardando anche al Vietnam (ma non solo al Vietnam, anche al ’68 ovviamente, e al ‘movimento’) attraverso le lenti di un cannocchiale, ma alla rovescia.»