Rassegna Stampa

12/03/2019

L’ARRIVO DELLE MISSIVE  di Aliya WHITELEY su “Artspecialday”

Così Vieri Peroncini: «L’arrivo delle missive ha il piglio prosodico della favola, messo al servizio del romanzo di formazione: perché è certo che, stante il fatto che la realtà – tutta la realtà – che circonda la protagonista non è assolutamente ciò che appare, la ragazza esce dalla storia (per entrare in un’altra, visto il finale ‘aperto’) completamente modificata ed evoluta.»
13/03/2019

PANOPTICON di Jenni FAGAN su “Libri e recensioni”

Così Tatiana Vanini: «Panopticon ti entra dentro, ti porta in una dimensione parallela dove le pagine volano. Fa arrabbiare e soffrire, ti dà momenti di gioia e tanta tristezza, coinvolge e quando arriva la fine ti lascia con una speranza, un leggero sorriso e un desiderio, rivolto alle stelle, che una ragazza possa volare a Parigi sulla groppa di un gatto alato. Un romanzo come pochi, un romanzo che sarete felici di avere letto».
13/03/2019

PANOPTICON recensito su “Il Quotidiano del Sud”

Con il suo romanzo d’esordio Panopticon, la scrittrice scozzese Jenni FAGAN catapulta il lettore in una realtà orwelliana.
14/03/2019

DARK STAR recensito su “Solo Libri”

Così Mario Bonanno: «C’è ora da dire che a Oliver Langmead riesce una cosa che di solito non riesce alla maggior parte degli scrittori di narrativa popolare: riconsiderare gli statuti “di genere” assegnando loro stratificazioni aggiunte e struttura autonoma: il romanzo è impaginato come una lirica (un lungo poema dark), e la scrittura fa il paio con la forma: saettante, immediata e mai banale (i dialoghi, per esempio, sarebbero da riproporre in blocco a un corso di scrittura creativa). Fanta-noir o poliziesco futuribile che sia, su una cosa potete scommettere: Dark Star non delude le aspettative e Oliver Langmead, da qui in avanti, è un autore da seguire con molta attenzione.»