Rassegna Stampa

17/09/2018

LA LETTURA del Corriere della Sera recensisce PERFECT RIGOR di Masha Gessen

PERFECT RIGOR di Masha Gessen recensito su LA LETTURA del Corriere della Sera – Domenica 16 settembre 2018. L’accurata analisi del filosofo della Scienza Stefano Gattei entra nel dettaglio di cosa sia la Congettura di Poincaré e, così facendo, chiarisce la portata della dimostrazione di Grigorij Perel’man a un secolo dall’enunciato del grande enigma matematico. Inoltre, “Gessen – sottolinea lo studioso – conduce abilmente il lettore nelle torbide acque della matematica sovietica degli anni Settanta e Ottanta”, così che Perfect Rigor risulta essere “un libro accessibile su un genio inaccessibile”.
19/09/2018

PERFECT RIGOR di Masha Gessen recensito su “il Post”

PERFECT RIGOR di Masha Gessen recensito su "il Post". 'Perfect Rigor' racconta un viaggio, "non un teorema”, scrive il matematico Maurizio Codogno. Ed è proprio questo il libro di Masha Gessen: un affascinante viaggio nella matematica, che ci offre finalmente una visione umanistica di questa materia, cosa di cui al giorno d’oggi abbiamo tantissimo bisogno.
19/09/2018

FUMO NEGLI OCCHI recensito su “Mangialibri”

FUMO NEGLI OCCHI recensito su Mangialibri. L'innovatività di un testo come quello di Doughty sta nella sua oggettività. Lavorando nell'industria funebre, l'autrice sa esattamente di cosa parla. Così Michela Meloni: «il lettore che si è sempre posto domande sulla morte ne ha ricevuto in cambio unicamente punti di vista filosofici, religiosi o nichilisti tout court», ora si trova finalmente davanti a un testo completamente diverso. D’altronde, Caitlin Doughty è colei che «ha fondato, nel 2011, “The Order of the Good Death” che si occupa di informare le persone sulle questioni pratiche riguardante la fine dei propri cari e la propria, e di contribuire a scardinare il tabù della morte dalla cultura americana». Non solo americana, aggiungiamo noi.
24/09/2018

“La Bellezza” recensito su MANGIALIBRI

"La Bellezza" recensito su Mangialibri. Sara Cabitta analizza le atmosfere conturbanti del romanzo di Aliya Whiteley