Rassegna Stampa

06/06/2019

DANILOV, IL VIOLISTA di VLADIMIR ORLOV: recensito su “Mangialibri”

Così Carla Colledan: "Questo Danilov, il violista (uscito nel 1980) risente pesantemente ma in maniera gradevolissima dell’influenza di alcuni grandi autori russi, da Bulgakov a Gogol: surreale il linguaggio, surreali le situazioni, surreale – al di là di quanto la sua situazione già non lo sia – è anche la figura stessa di Danilov [...].Un romanzo consigliato a chi ama i surrealisti russi, ma anche lo humour e l’ironia di un P. G. Wodehouse. Visionario più che fantastico, garantisce qualche giorno di divertimento leggero ma intelligente."
06/06/2019

DAVILOV IL VIOLISTA, “Un diavolo al contratto capace tutt’al più di risibili porcheriole”. Recensione su ALIAS – il manifesto (2 giugno 2019)

Così la russista Valentina Parisi sul romanzo di Vladimir ORLOV: "Ribaltando la credenza che individuava nelle creature diaboliche nient’altro che «angeli ribelli», l’autore – nato a Mosca nel 1934 e scomparso cinque anni fa – crea la figura speculare di un demone riottoso e «incapace», cui l’obbligo professionale di odiare l’umanità provoca solo spaventosi mal dipancia. Quella di Orlov è una demonologia alla rovescia (non a caso, leggendo al contrario il nome Danilov si ottiene Volinad, in omaggio al diavolo Voland del Maestro e Margherita), una rilettura di tutto l’immaginario infernale russo e non, dove abbondano gli spunti satirici."
10/06/2019

I POTERI DELLE TENEBRE consigliato su LA LETTURA del CORRIERE DELLA SERA

Roberto Iasoni segnala la versione islandese di Dracula di Stoker e Ásmundsson.
10/06/2019

MARIE GRUBBE segnalato da Robinson de “La Repubblica”

La vita di una nobildonna danese del '600 diventò – un secolo dopo – il romanzo soavemente potente di Jens Peter Jacobsen, "tra i grandi della letteratura ottocentesca".