Rassegna Stampa

01/10/2018

PERFECT RIGOR recensito sul manifesto (domenica 30.09.2018)

Perfect Rigor recensito sul manifesto - "Congetture approvate nelle vite che non tornano" (domenica 30.09.2018). Il fisico teorico Andrea Capocci traccia un percorso della complessa biografia di alcuni matematici del Novecento, che si chiude con quella di Grigorij Perel'man, oggetto dell'investigazione narrativa di Masha Gessen, appena pubblicata da Carbonio. L'assenza e il silenzio scelti e imposti dallo scienziato russo consentono l'imporsi maestoso delle sue sole idee. Come se la parabola di Perel'man volesse dirci in ultima analisi che le idee per nutrirsi, svilupparsi, espandersi e ispirare devono circolare senza il necessario accompagnamento di una presenza generatrice anche soverchiante. Questo accade con particolare evidenza nella matematica. Questo accade con evidenza ancora maggiore per Grigorij Perel'man e la sua risoluzione della congettura di Poincaré.
02/10/2018

PERFECT RIGOR di Masha Gessen recensito su “Liberi di Scrivere”

PERFECT RIGOR di Masha Gessen recensito su "Liberi di Scrivere". «Non solo una biografia, ma un vero e proprio viaggio nella matematica, nell’animo e nella mente di un uomo che dei numeri ha fatto una ragione di vita», così Viviana Filippini nella sua appassionata recensione del libro di Gessen.
03/10/2018

“Un dubbio necessario” su Mangialibri

"Un dubbio necessario" su Mangialibri. Esistenzialismo & Swinging London all'origine del noir psicologico. Secondo Damiano de Tullio, il libro di Colin Wilson anticipa il noir psicologico arricchendolo di tematiche squisitamente filosofiche come l'esistenzialismo, il nichilismo, il superomismo nietzschiano.
03/10/2018

“Pellegrini del sole” recensito su LIBROGUERRIERO

"Pellegrini del sole" recensito su Libro Guerriero. Quello di Fagan è un bildungsroman perfettamente calato nello spirito dei tempi. L'autrice scozzese «scrive di adolescenze complesse e adolescenti coraggiose. Di paesaggi estremi e ere glaciali». La professoressa Piera Carroli, accademica sensibile ed esperta di voci femminili, mette in risalto il lirismo della prosa di Pellegrini del sole e la suggestiva raffinatezza dell'impianto narrativo.