Rassegna Stampa

10/01/2019

L’ARRIVO DELLE MISSIVE di Aliya Whiteley su CrunchEd

L'ARRIVO DELLE MISSIVE su CrunchEd. Così Paolo Perlini sul libro di Aliya Whiteley: «Siamo noi stessi a creare il futuro, prestando più o meno attenzione ai messaggi che ci arrivano. Volendo possiamo pure inceppare il destino, scombinargli le carte, riempire di buche la strada che sta tracciando per noi.»
10/01/2019

PERFECT RIGOR di Masha Gessen su ‘O Magazine

PERFECT RIGOR su 'O Magazine. Il raffinato mensile ospita, nel numero di dicembre 2018, una maestosa ricostruzione – a firma della giornalista Eleonora Barbieri – della storia di Grigorij Perel'man sulla base del libro di Masha Gessen. Il matematico russo ha scelto di negarsi al mondo che voleva usare la sua genialità come un trofeo da esibire.
10/01/2019

PERFECT RIGOR di Masha Gessen su l’Opinione delle Libertà

PERFECT RIGOR su l'Opinione delle Libertà. Così Luca Tedesco sul libro di Masha Gessen: «L’immagine di Perel’man che disdegna medaglie da appuntare sul petto e premi milionari e dalla periferia di San Pietroburgo posta nella Rete i suoi lavori accompagnandoli con e-mail ai colleghi dà certamente da riflettere a noi storici così inclini ad assegnare al nostro lavoro obiettivi etico-politici, pedagogici e di legittimazione di sistemi politico-istituzionali.»
10/01/2019

PARADISE CITY di Joe Thomas su L’Ultima Riga

PARADISE CITY su L'Ultima Riga. Così Claudio Della Pietà sul libro di Joe Thomas: «Questo libro va letto tutto perciò, tutte le sue fittissime pagine, ricche di fatti, persone, riflessioni, sentimenti di ogni tipo. E’ una storia che sembra scritta di getto, ti induce a non abbandonare i personaggi, moltissimi, perché parrebbe di dimenticarsi delle loro fatiche, delle loro storie. A me, ad un certo punto, non interessava più trovare il colpevole, ma comprendere, così come voleva Mario Leme. Paradise City va letto anche per il finale, a mio parere eccezionale. Non posso naturalmente rivelare nulla, ma vi dico solo questo: tutto torna, o come titola il libro di un altro amico scrittore “Tutto è come sembra”.»